MyPepper.it Il portale italiano sul peperoncino
Il portale italiano sul peperoncino

Come far germogliare i semi di peperoncino

come far germogliare i semi di peperoncino

Come far germogliare i semi di peperoncino

 
Ci siamo, è arrivato il momento di seminare i nostri peperoncini e dare il via ad una nuova stagione piccante! 

Hai seguito la nostra guida su come conservare i semi di peperoncino e ora vuoi fare in modo che vengano su delle belle piantine. Bene, sei nel posto giusto!

Vediamo dunque al sodo, ecco tutto quello che ti servirà per ottenere il miglior risultato possibile e veder spuntare le tue nuove piantine in men che non si dica:

Far germogliare i semi di peperoncino, cosa serve:

I semi di peperoncino correttamente conservati 

 
Ebbene si, avere dei semi di peperoncino correttamente conservati sarà di vitale importanza, assicurati quindi che non siano gonfi, macchiati o, peggio, rotti od aperti. Controlla anche che non siano presenti muffe e segui questo principio generale: i semi devono avere grosso modo il colore che avevano quando li hai conservati, al massimo leggermente più chiari.

Il contentiore per la germinazione dei peperoncini

 
Il giusto contenitore può fare la differenza tra una germinazione sana e rapida e una lenta o inefficace. 

Ecco le caratteristiche fondamentali di un buon contenitore per la germinazione dei peperoncini:

  • Il contenitore deve essere sterile, assicurati quindi di disinfettarlo prima di collocarvi i semi.
  • Il contenitore deve avere un coperchio, possibilmente con un foro nella parte centrale.
  • Il contenitore deve svilupparsi più in larghezza che in altezza.
Vediamo nel dettaglio il perchè di queste 3 caratteristiche.

La sanificazione del contenitore ha una funzione protettiva nei confronti dei semi. I semi che metterai a germogliare avranno infatti una peculiare caratteristica: avranno una grandissima sete. E’ normale, adesso sono disidratati, ma appena cominceranno a sentire l’umidità cercheranno di incamerarla per dar via ai processi biologici essenziali alla germogliazione. Capisci che un ambiente contaminato favorirebbe l’ingresso di acqua ma anche di batteri, funghi o muffe che potrebbero attaccare l’interno del seme e impedire alla piantina di nascere.

Il contenitore deve avere un coperchio, ma perché? La motivazione è semplice: un coperchio avrà la funzione di mantenere un maggior controllo dell’atmosfera all’interno del contenitore, questo ci permetterà di avere un’umidità costante al suo interno e, cosa non banale, di rallentare il processo di evaporazione dell’acqua.

Sarà anche importante che il contenitore si sviluppi più in larghezza che in altezza per evitare che l’effetto “serra” venga vanificato e che all’interno non si sviluppino differenti microclimi.

Il procedimento: mettiamo i semi a germogliare


Adesso che abbiamo tutto l’occorrente possiamo mettere i semi a germogliare, ecco come fare:

Dopo aver sanificato il contenitore, adagia sul fondo due/tre strati di panno carta (panno carta, quello spesso, non un semplice scottex) o uno strato di panno spugna (quello di gomma schiumosa, solitamente giallo o rosa che usi per lavare le cose in cucina). Questi materiali sono molto assorbenti e non si disgregano con l’umidità.

Impregna bene il panno con dell’acqua, preferibilmente acqua in bottiglia. Il panno deve essere zuppo, ma non devi vedere delle pozze.

Adesso puoi posizionare i semi, distanziati tra loro di almeno 2-3 cm per evitare che una volta spuntate le radichette queste si aggroviglino tra loro.

Copri col tappo e posiziona il contenitore sopra un tappetino riscaldante o un cavetto riscaldante. Se non ne hai a disposizione puoi ingegnarti nel trovare oggetti casalinghi che emettono calore, molti pepper lovers mettono il contenitore sopra al modem di casa e si rivela spesso un’ottima soluzione fai da te.

La temperatura è importante, i semi per germogliare hanno bisogno di una temperatura di almeno 18/20°c ma l’ideale sarebbe mantenerla intorno ai 22/24. Stai attento che la temperatura non salga troppo.

Adesso non ti resta che aspettare!

Domande frequenti sulla germinazione

  • C’è bisogno di luce?

No, assolutamente. I semi in questo momento hanno solamente bisogno di umidità e calore, la luce non è necessaria.

  • A cosa bisogna fare attenzione?
E’ necessario mantenere una temperatura adeguata e il più costante possibile. Inoltre, va assolutamente mantenuta l’umidità all’interno del contenitore, versa dell’acqua quotidianamente e assicurati che i panni sotto ai semi siano sempre ben impregnati.

  • Si crea della condensa, è un problema?

No, assolutamente, anzi! Se vedi della condensa vuol dire che stai facendo tutto come da consegna. La condensa si forma grazie all’evaporazione dell’acqua che è favorita dalla temperatura interna.

  • A cosa serve il tappo sopra al coperchio?
Il tappo ti servirà a regolare l’umidità interna. Senza un tappo l’acqua comincerebbe a ristagnare aumentando molto la possibilità che si formino muffe pericolose per i nostri semi. 

  • Quando è l’ora di piantare i semi? Da cosa me ne accorgo?
Dopo qualche giorno (da 5 a 40, a seconda della varietà) i semi cominceranno ad aprirsi e usciranno delle piccole radici cotonose. Quando le radichette avranno raggiunto una lunghezza di circa un centimetro, potrai sotterrare il seme sotto ad 1/2cm di terriccio, possibilmente all’interno di un vaso di piccole dimensioni (vasi quadrati da semina o dei semplici bicchierini di plastica). 

  • Devo concimare?
No, assolutamente. In questo momento la piantina ha tutto ciò di cui ha bisogno ed estrae i nutrimenti dai cotiledoni, le prime due “foglie” della pianta. Queste infatti non sono propriamente delle normali foglie, ma sono dei veri e propri “silos” di riserve alimentari. Potrai cominciare a concimare quando le piantine saranno già cresciute, sopratutto se il terriccio è di buona qualità.


Bene, ora hai tutte le competenze per far germogliare rapidamente i tuoi semi di peperoncino! 
Hai trovato utile il nostro articolo? Condividilo sui social e seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Pinterest!

Vuoi entrare in contatto con oltre 15.000 appassionati di peperoncino?

Iscriviti al gruppo Facebook “ChilliHeads”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *