Categorie: Coltivazione

Varietà di Peperoncino: Conosciamo i Capsicum Annuum

Tutti i segreti della specie Capsicum Annuum

Non è facile riconoscere un Capsicum Annuum in quanto questa varietà estremamente diffusa è in tutto e per tutto simile a molte altri “generi”, detto questo, i Capsicum Annuum hanno una particolare configurazione nella loro crescita e questo può aiutarti a distinguere questa specie dalle altre.

Per differenziare l’Annuum dagli altri generi presta molta attenzione alla disposizione e all’aspetto dei suoi fiori e relativi gambi, che presentano un aspetto filiforme.

In questa specie i fiori crescono isolati anziché in gruppi, inoltre i pistilli non presentano l’usuale colorazione viola.

Poiché ci sono davvero tantissime varietà all’interno delle specie Capsicum Annuum, esse variano ampiamente nel loro aspetto, eccezion fatta per le caratteristiche sopracitate.
È necessario un occhio acuto e allenato per identificare correttamente questa specie!

Di questa varietà di peperoncino esistono anche diverse piante cosiddette ornamentali, belle e colorate, che vengono coltivate esclusivamente per scopi estetici.

I Capsicum Annuum ornamentali hanno di solito dei frutti insolitamente colorati e fogliame dai colori importanti come il nero e il viola.

Tutte le varietà sono commestibili, anche quelle utilizzate a scopo decorativo e la maggior parte dei tipi ornamentali (come il Black Pearl) sono piuttosto piccanti e raramente dolci o di blanda piccantezza.

Peperoncini Capsicum Annuum

Essendo la varietà più comunemente coltivata, molti peperoncini rientrano in questa classificazione. I peperoncini della varietà Capsicum Annuum includono, tra gli altri:

Peperoncino di Cayenna
Peperoncino Bishop Crown (o “Campanella” e “Cappello del Vescovo”)
Jalapeño
NuMex Twilight
Poblano
Hungarian Wax
De arbol Cileno
Pequin
Peperoncino Thailandese
Pimento del Sahara (o “del deserto”)
Il Cubanello
il Peperoncino Anaheim
il Peperoncino serrano

Piccantezza dei Capsicum Annuum

I peperoncini di questa specie vanno dai quelli più soft e dolci a quelli più piccanti e intensi.

Caratteristiche del sapore
Trattandosi della più variegata di tutte le specie di Capsicum, l’Annuum comprende una gamma completa di aromi, stessa cosa per i livelli di piccantezza contenuti nei peperoncini.

Regioni d’origine dei Capsicum Annuum

Diversi studi hanno rilevato che gli antenati selvatici della specie Capsicum Annuum si sono evoluti nel sud del Brasile e in Bolivia e le prime piante coltivate risalgono addirittura ad oltre 6.000 anni fa!

Cosa sapere prima di coltivare i Capsicum Annuum

Stai pensando di coltivare le tue piante di Capsicum Annuum? Ecco alcuni suggerimenti per iniziare una coltivazione fruttuosa e di successo:

  • I semi devono essere piantati preferibilmente al chiuso circa 8-10 settimane prima dell’ultimo picco di freddo stagionale.
  • Posiziona il contenitore con le piantine in un luogo soleggiato con una temperatura costantemente compresa tra i 21 e i 27 gradi centigradi.
  • Attenzione alla temperatura: se esposti troppo frequentemente a temperature inferiori ai 13 gradi, i semi non germoglieranno!
  • Assicurati di procurare alla tua pianta abbastanza luce; durante la germinazione infatti un’illuminazione insufficiente si tradurrà in piante spigolose e sottosviluppate e con un gambo estremamente esile ed allungato (quando si dice che la piantina sta “filando” alla ricerca di luce).
  • Non piantare il Capsicum Annuum dove hai precedentemente coltivato melanzane o patate, queste ultime infatti assorbono nutrienti fondamentali per questa varietà.
  • Annaffia subito dopo la semina per far riposare il terreno. Quindi fornisci acqua una volta alla settimana, mantenendo il suolo costantemente umido.
  • Dopo la germinazione, quando le piantine cominciano a crescere, riduci la frequenza di irrigazione a circa una volta ogni due settimane. Questo preparerà la tua pianta per il trapianto.
  • Se coltivato attentamente, il frutto dovrebbe essere pronto per la raccolta in circa 3 mesi (o 120 giorni). Quando i tuoi frutti sono maturi dovrebbero risultare sodi al tatto, pronti da mangiare e da gustare!

Per prolungare la vita dei peperoncini freschi, conservali in frigorifero fino a 3 settimane e se ti fosse necessario mantenerli freschi per un periodo di tempo più lungo, prendi in considerazione l’idea di congelarli.

Se vuoi peperoncini freschi tutto l’anno, sappi che i Capsicum Annuum sono adatti alla coltivazione indoor, a patto che tu fornisca loro le giuste condizioni e utilizzi vasi adatti per questo tipo di attività!

Questo post è stato modificato l'ultima volta il 22 Agosto 2019 11:28

Condividi

Post Recenti

Come far germogliare i semi di peperoncino

Ci siamo, è arrivato il momento di seminare i nostri peperoncini e dare il via…

% giorni fa

Marmellata di Mirtilli, Limone e Peperoncino – Ricetta

Marmellata di Mirtilli, Limone e Peperoncino. Una marmellata semplice da preparare e molto gustosa! Scopriamo…

% giorni fa

Come fare l’Olio Piccante senza correre rischi: 3 Metodi

Fare l'olio piccante, detto anche Olio Santo, può sembrare una cosa banale, ma nasconde delle…

% giorni fa

Marmellata di Peperoncini Jalapeño e Lamponi – La Ricetta

La gustosa ricetta della marmellata di Jalapeño e Lamponi, una interessante e gustosa variante piccante!

% giorni fa

Come conservare i semi di Peperoncino: Guida

Scopriamo come conservare i semi di peperoncino per poterli piantare nella prossima stagione di semina!

% giorni fa

Ricetta della Salsa Sriracha – Salsa Piccante

La Salsa Sriracha è una salsa piccante originaria della Thailandia che sta spopolando negli ultimi…

% giorni fa