MyPepper.it Il portale italiano sul peperoncino
Il portale italiano sul peperoncino

Come coltivare il Peperoncino di Cayenna: la Guida

pianta di peperoncino di cayenna con frutti rossi

Peperoncino di Cayenna: La guida base

Perfetto per scaglie, polveri e salse piccanti

Il peperoncino di Cayenna è di certo il punto di riferimento di tutti i tipi di peperoncino rosso del mondo. 

Presenta una piccantezza media e un sapore relativamente neutro. Si adatta a molti usi culinari, specialmente sotto forma di polvere o scaglie, anche il suo sapore neutro rende la spezia perfetta per salse piccanti, poiché lascia che altri sapori dominino l’esperienza. 

Coltivare il peperoncino di Cayenna, sia in vaso che in giardino, può garantirti una deliziosa piccantezza per tutta la stagione. Grazie alla nostra guida, scoprirai tutto ciò che c’è da sapere per iniziare una coltura di peperoncino di Cayenna.

Cose da sapere prima di coltivare il peperoncino di Cayenna

 

Scala Scoville (SHU) Peperoncino di Cayenna:
Il peperoncino di Cayenna ha un punteggio Scoville compreso tra 30.000 e 50.000 SHU.

Di quanta luce ha bisogno il peperoncino di Cayenna :
I peperoncini di Cayenna hanno bisogno di piena luce solare come la gran parte dei peperoncini.

Suolo:
I peperoncini di Cayenna richiedono un terreno ben drenato che sia leggermente acido.

Spazio:
Le piantine trapiantate devono essere distanti almeno 45 cm l’una dall’altra.

Acqua:
Il terreno deve essere mantenuto umido ma non fangoso.

Maturazione:
I peperoncini diventano rosso vivo quando sono completamente maturi.

Dimensione della pianta:
Le piante di peperoncino di Cayenna cresceranno fino a un’altezza tra i 30 e i 90 cm.

Dimensione del peperoncino:
I peperoncini arrivano in genere fino ai 10/15 cm di lunghezza.

Contenitore adatto:
Le piante possono essere coltivate in vaso; idealmente, questi contenitori dovrebbero avere un volume di 10 litri o più.

Dove e quando coltivare peperoncini di Cayenna

 

L’ambiente naturale del peperoncino di Cayenna presenta un clima tropicale o subtropicale, questi peperoncini hanno quindi bisogno di un clima simile per prosperare, il ché significa che dovrai fare del tuo meglio per ricrearlo.

I semi avranno bisogno di alte temperature per germinare, poni i semi in un ambiente dove le temperature sono tra i 26 e i 29 gradi

Pianta le piantine solo dopo che le temperature del suolo hanno raggiunto almeno i 16 gradi e scegli un luogo che abbia almeno sei ore di luce solare al giorno. Queste piante non reagiscono bene ai climi freddi, quindi trapianta le piantine quando non c’è pericolo di danni prodotti dal freddo.

Nutrire e annaffiare il peperoncino di cayenna

 

È necessario evitare sia di lasciare seccare il terreno, sia di bagnarlo troppo. Opta per una pacciamatura o usa dell’argilla espansa per aiutare il terreno a trattenere l’umidità e per evitare la crescita di piante infestanti.

Se stai coltivando i peperoncini di Cayenna in un vaso, prendi in considerazione la tecnica di irrigazione dal fondo: ciò può garantire che le tue piante abbiano abbastanza acqua senza essere annaffiate eccessivamente. 

L’innaffiatura dal fondo è molto semplice: ti basterà “immergere” il fondo della pianta (la base del vaso) in un contenitore pieno d’acqua. L’acqua verrà quindi assorbita dalla terra pian piano. Quando vedrai inumidirsi la parte superiore del terriccio, termina l’ammollo, fai scolare bene e riposiziona la pianta. 

Raccolta dei peperoncini di Cayenna

 

Puoi capire quando i tuoi peperoncini sono maturi osservandone dimensione e colore. I peperoncini di Cayenna possono essere consumati sia verdi che rossi, purché abbiano raggiunto le dimensioni di un peperoncino maturo; tuttavia, un colore rosso vivo è già segno di piena maturazione.

Rimuovi i peperoncini maturi dalla pianta usando un coltello, tagliaunghie o forbici da giardino, se sei sensibile agli oli di capsaicina, ti consigliamo di utilizzare dei guanti monouso in nitrile mentre maneggi i peperoncini.

A cosa prestare attenzione quando si coltivano piante di peperoncino di Cayenna

 

Parassiti come afidi e bruchi a volte attaccano le piante di peperoncino di Cayenna. Ti accorgerai di avere problemi di afidi quando vedrai gli insetti sulla pagina inferiore delle foglie. Un’infestazione da afide può far diventare le foglie gialle che possono arrivare a presentare macchie necrotiche, inoltre questi animali secernono una sostanza che causa un proliferare di pericolose muffe e funghi. Gli afidi possono essere rimossi dalle piante semplicemente irrorandoli con acqua se l’infestazione è appena iniziata, ma in caso di infestazione abbondante è necessario armarsi di pazienza e di un buon insetticida naturale come il piretro o, in caso di infestazioni tremende, di un insetticida vero e proprio.

I bruchi invece possono rosicchiare le foglie provocando buchi sulla loro superficie e in alcuni casi possono danneggiare i frutti. È possibile eliminare questi ospiti indesiderati staccandoli manualmente dalla pianta o, in casi estremi, con un insetticida.

Anche malattie come le infezioni batteriche o il marciume del colletto possono affliggere i peperoncini di Cayenna. Entrambi i disturbi hanno maggiori probabilità di manifestarsi se le piante vengono tenute in un terreno molto umido. Puoi dunque prevenirli non annaffiando eccessivamente il suolo!

Vuoi entrare in contatto con oltre 15.000 appassionati di peperoncino?

Iscriviti al gruppo Facebook “ChilliHeads”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *